Ricerca libera
30-04-2021
CON LA RIABILITAZIONE LA FEDINA PENALE RITORNA INCENSURATA
Ecco l`elenco dei requisiti da provare per ottenere il beneficio
1. Devono essere passati 3 anni (recidive più gravi: 8 anni; delinquenti abituali, professionali, per tendenza: 10 anni) dall`esecuzione o altrimenti estinzione (es. condono per indulto) della pena principale. Non vi è diritto se il reo fu sottoposto a misura di sicurezza con provvedimento non revocato. 2. Si deve aver adempiuto gli obblighi civili derivanti da reato cioè risarcito almeno in parte le parti offese (anche se non l`hanno chiesto, se non erano costituite parte civile, se la sentenza non condanna a ciò, se l`azione civile è prescritta). 3. Si deve aver pagato le spese processuali, anche l`eventuale mantenimento in carcere, se dovute, se non c`è remissione del debito, se non c`è impossibilità ad adempiere (es. condizioni economiche personali modeste rispetto al danno o rifiuto dell`offerta fatta, formale o comunque seria per importo, concreta, attuale). Se vittima o eredi sono irrintracciabili vanno fatte attività riparatorie es. donazioni ad associazioni senza scopo di lucro a cura o tutela di interessi generali o collettivi simili (ambiente, paesaggio, patrimonio artistico, sicurezza sul lavoro). 4. Si deve aver tenuto buona condotta, effettiva e costante (meglio non aver commesso reati dopo, ma il Giudice valuta discrezionalmente ogni caso): es. impegno riposto nel lavoro, studio, famiglia, attività socialmente utili svolte. La richiesta rigettata irrevocabilmente per difetto del requisito è riproponibile solo dopo 2 anni. Va fatta istanza al magistrato di sorveglianza competente per materia e territorio (CdApp per misure di prevenzione). Non si pagano spese, bolli, diritti. L`ufficio cura l`istruttoria, acquisisce copie di sentenze e certificati penali, svolge verifiche pure in polizia. Per domande non manifestamente infondate o inammissibili fissano udienza di trattazione (dev`esserci un legale). Il beneficio (se non si scelgono altri effetti estintivi automatici) estingue pene accessorie ed effetti penali della condanna. Quelle perpetue si estinguono dopo 7 anni se perdura la buona condotta. Il beneficio è revocato di diritto se in quei 7 anni si compie altro delitto non colposo riportando pena della reclusione di almeno 2 anni o altra più grave. Tratto da un mio articolo pubblicato su "Il Quindicinale" n. 961 di giovedì 04.07.2019