Ricerca libera
09-02-2022
VENETO BANCA - NUOVO PROCESSO PENALE
Fino a sabato 12 febbraio i risparmiatori possono costituirsi parte civile per l`udienza preliminare
Solo venerdì scorso, 4 febbraio, il Tribunale penale di Treviso ha pronunciato sentenza di primo grado condannando limputato Vincenzo Consoli, ex amministratore delegato e poi direttore generale di Veneto Banca, riconosciute le attenuanti generiche equivalenti alle circostanze aggravanti, a 4 anni di reclusione per i delitti di ostacolo allesercizio delle funzioni delle autorità pubbliche di vigilanza e falso in prospetto (prescrittosi nel mentre il reato di aggiotaggio), oltre allinterdizione per 5 anni dai pubblici uffici. È stato confiscato il suo patrimonio personale per 321 milioni di euro e riconosciuta alle parti civili una provvisionale liquidata rispettivamente in 150.000 a Banca dItalia, 70.000 a Consob e, ai circa 600 risparmiatori costituiti parti civili, nel 5% dei danni subiti e così del prezzo di acquisto delle azioni e obbligazioni fino a massimo 20.000, oltre rimborso spese legali, rinviata ai procedimenti civili la quantificazione completa del risarcimento. Pronuncia importante sia in sè, sia perché accerta una responsabilità e quindi può pesare anche su altri procedimenti in corso: ad es. il processo penale di Roma contro Mingozzi, socia e dirigente procuratore della società di revisione Price Water House Coopers, per il reato di falsità nelle relazioni o comunicazioni dei responsabili della revisione legale e per ostacolo alla vigilanza e, contro la società, per lillecito amministrativo derivante dal reato presupposto (la società, multinazionale e assicurata, si nota, pare soggetto solvibile); o, ancora, il probabile processo penale per bancarotta; cè chi valuta anche azioni residuali di indebito arricchimento contro banca Intesa. Ma, anzitutto, va segnata in agenda la prossima scadenza: questo sabato 12 febbraio, avanti al GUP di Treviso, inizia la prima udienza preliminare del nuovo processo penale, per associazione a delinquere finalizzata alla truffa aggravata ai danni dei risparmiatori, che vede imputati, con Consoli, gli ex manager Fagiani, Merlo, Zanatta, Cais. Cè tempo fino a sabato per costituirsi parte civile per ludienza preliminare ma, anche poi, si potrà farlo per il dibattimento.